come trovare una badante affidabile da affiancare al proprio caro

Come trovare una badante affidabile? A chi rivolgersi quando si tratta di cercare badanti qualificate

Secondo le ultime cifre riportate dall’Inps, il numero di badanti regolarmente assunte nel 2020 era pari a 920.722, il 7,5% in più dell’anno precedente. Ma come e dove si trova la giusta badante da affiancare al proprio caro?
Al giorno d’oggi esistono diversi modi per cercare e trovare una badante. Alcuni di questi rendono necessario un grande impegno, in termini di tempo, da parte delle famiglie di chi necessita cure e assistenza, altri garantiscono invece maggior sicurezza liberando la famiglia dalle difficoltà delle fasi di ricerca e controllo referenze e dalla gestione burocratica del rapporto di lavoro.

Cercare badanti affidabili, è bene dirlo, non è un’operazione semplice. Si tratta di individuare l’assistente familiare con le competenze professionali adatte a rispondere alle necessità e i tratti caratteriali ideali per creare il giusto rapporto umano con l’assistito. Insomma, una persona di cui potersi fidare completamente, da accogliere nella propria casa e a cui affidare le cura del proprio caro.
Quindi, come trovare una badante e gestire questo momento così delicato sia per chi necessita di assistenza sia per le famiglie? Scopriamo qui alcune delle soluzioni più comuni per cercare una badante (e perché una sola di queste merita davvero di essere presa in considerazione).

Prima di cercare una badante: elementi da tenere in considerazione

Prima di passare a considerare come cercare una badante e dove trovarla senza rischiare truffe o di avviare rapporti di lavoro poco duraturi, è necessario sottolineare quali sono le cose da tenere in considerazione:

  1. Accertarsi delle competenze specifiche della badante. Si tratta, in fondo, di assistere persone con esigenze diverse: persone anziane, malate, fragili o, in molti casi, non autosufficienti. È necessario quindi che la badante possieda le competenze e/o le esperienze per gestire la specifica situazione;
  2. Assicurarsi che i tratti caratteriali dell’assistente si sposino con quelle dell’assistito e della famiglia. La badante deve infatti diventare per l’assistito, e per la sua famiglia, un punto fermo, una risorsa capace di garantirne la serenità sia in termini di sicurezza personale fisica sia in termini emotivi e psicologici. L’intesa che si crea tra la badante e l’assistito è la base fondamentale per una convivenza sana e un rapporto positivo;
  3. Valutare la passione della badante per la sua professione. Quello dell’assistente familiare è un mestiere difficile e stancante (a livello fisico ed emotivo) che richiede attenzione e dedizione. Una professione, insomma, che difficilmente può essere svolta solo per denaro e che rende la passione per la cura delle persone fragili un requisito fondamentale.

Dove cercare una badante: i metodi più comuni

Generalmente, le famiglie che si chiedono come e dove cercare una badante, hanno la possibilità di percorrere due strade diverse. La prima è quella del cosiddetto “fai da te”, l’altra è quella invece delle società specializzate nel settore dell’assistenza familiare.

dove cercare una badante: badante che accudisce una persona non autosufficiente

Trovare una badante con il metodo “fai da te”: più rischi che vantaggi

Le soluzioni “fai da te” per trovare una badante sono quelle che vengono generalmente impiegate per prime, perché tendono ad apparire come le più semplici e veloci. La scelta di gestire il tutto da sé costringe però le famiglie ad affrontare in totale autonomia i difficili e lunghi processi di ricerca, selezione e gestione burocratica del rapporto di lavoro (con relativa stipula del contratto, comunicazione dell’assunzione all’INPS, busta paga etc). Ancor più, le famiglie che impiegano questi mezzi “fai da te”, devono affrontare anche, in caso di necessità, la ricerca di una valida badante sostitutiva, in caso di malattia o infortunio dell’assistente titolare.

Il passaparola

Il passaparola è un metodo molto comune per cercare una badante e vive, di fatto, delle esperienze più o meno dirette di amici, parenti e conoscenze che possono fornire referenze utili.  Per quanto rivolgersi a persone di fiducia sia una buona soluzione per trovare una badante affidabile, è necessario tenere in considerazione che ogni assistito ha esigenze diverse. Il proprio caro, in effetti, potrebbe necessitare di attenzioni e cure che richiedono competenze specifiche che la badante indicata non necessariamente possiede. Inoltre, è possibile che vi sia qualche aspetto caratteriale, dell’assistito o della badante, che impedisce la creazione di una buona relazione d’intesa. Chi si affida al passaparola, poi, viene generalmente indirizzato verso badanti attivamente impiegate presso qualche altra famiglia, cosa che rende la referenza, come si può intuire, ben poco utile alla ricerca di un’assistente da affiancare al proprio caro.

Annunci sulle bacheche o sui portali online

Gli annunci sulle bacheche fisiche o sui portali online sono una pratica tanto frequente quanto controproducente. Se creare e mettere un annuncio è semplice, infatti, tutt’altro si può dire della gestione e della valutazione delle candidature. Chi cerca badante adottando questa soluzione è di solito impreparato al numero di persone interessate all’impiego e si ritrova ben presto con un bacino molto ampio di figure tra cui scegliere. Tuttavia, come gestire tutte queste domande, distinguere tra le assistenti preparate e le persone senza particolari competenze? Come controllare se le informazioni e le referenze fornite sono reali? Segue poi l’organizzazione di un buon numero di colloqui, così da conoscere di persona le badanti considerate più idonee.

Come appare evidente, insomma, gli annunci generano molto interesse verso il posto di lavoro, ma valutare se tra i candidati c’è la persona con le caratteristiche professionali e personali adatte è tutt’altro che semplice.

come trovare una badante fidata affidandosi alle agenzie specializzate: badante sostiene una donna anziana

Come trovare una badante fidata attraverso società specializzate nel settore

È inutile negarlo: assumere una badante ha un costo importante. Uno dei motivi principali per cui le famiglie ricorrono alle soluzioni “fai da te” è, infatti, di tipo economico e nasce dalla speranza di individuare l’assistente famigliare perfetta aggiudicandosela al miglior prezzo possibile. Purtroppo, scegliere le soluzioni più economiche, come abbiamo visto, porta con sé notevoli rischi e difficoltà (e per chi opta per pagare in nero la propria colf o badante, ecco le sanzioni).

Come trovare una badante fidata quindi? Attraverso l’aiuto di società specializzate nel settore, che possano farsi carico delle pratiche burocratiche associate alla gestione del rapporto di lavoro con l’assistente familiare.

Le cooperative

Tra le società specializzate che si occupano anche della gestione burocratica del rapporto di lavoro vi sono le cooperative. C’è da considerare tuttavia che l’eventuale bandate scelta, lavorando di fatto per la cooperativa, non ha la possibilità di usufruire, ad esempio, di ferie e malattie. È evidente, quindi, che la negazione di questi diritti fondamentali per i lavoratori porta generalmente gli assistenti familiari assunti dalle cooperative a continuare le ricerche per un impiego maggiormente regolato. Ciò significa, quindi, che la badante, per quanto affidabile e competente, potrebbe decidere di abbandonare la famiglia e l’assistito non appena individuata un’occasione di lavoro con condizioni contrattuali migliori.

Adottare una soluzione di questo tipo implica tenere a mente che il rapporto di lavoro potrebbe non essere duraturo e potrebbe costringere l’assistito ad affidarsi con frequenza ad assistenti nuove e diverse.

Le agenzie qualificate

Consideriamo ora le agenzie qualificate, il metodo cioè più sicuro per trovare una badante affidabile e qualificata e, al contempo, liberarsi dalla difficoltà della gestione burocratica del rapporto di lavoro nella certezza della tutela e della correttezza del contratto d’assunzione secondo i livelli d’inquadramento e i minimi retributivi stabiliti dal CCNL.

Le agenzie qualificate si occupano di ricercare e selezionare badanti fidate, valutandone di volta in volta competenze ed esperienze pregresse. Una scrematura a monte, insomma, che permette a queste realtà di presentare alla famiglia alla ricerca di un’assistente familiare le figure adatte a rispondere alle loro specifiche necessità e con cui iniziare un rapporto continuativo utile a garantire il benessere dell’assistito.

Oltre ad occuparsi della gestione di tutti gli aspetti burocratici, liberando le famiglie di un grosso peso, le agenzie si impegnano in prima persona nella sostituzione delle badanti in caso di ferie, malattie ed infortuni garantendo così un’assistenza continua e di pari qualità e professionalità.

Le agenzie offrono insomma quelle importanti attività basilari di primaria impotanza che tanto abbiamo visto complicare la ricerca portata avanti con i metodi “fai da te”: i colloqui preliminari per la selezione della badante, la valutazione di attestazioni, corsi e esperienze pregresse, la gestione burocratica totale del rapporto di lavoro, nel pieno rispetto del CCNL. Tutte queste attività hanno lo scopo di semplificare al massimo l’esperienza di ricerca badante della famiglia e della persona che necessita assistenza, nella massima sicurezza e tutela di tutte le persone coinvolte nel processo, dall’assistito e famiglia alla badante stessa.

La realtà di GallasGroup

GallasGroup è un’agenzia specializzata nella ricerca e nella selezione del personale domestico con autorizzazione del Ministero del Lavoro. L’idea di dar vita ad una struttura organizzata per aiutare le famiglie che necessitano di assistenti familiari è nata nel 2011. Ad oggi, GallasGroup vanta sedi in Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Veneto, Lombardia, Piemonte e Toscana. Sin dall’inizio impegnata nell’unire umanità ed efficienza “scientifica” nella ricerca del personale domestico, GallasGroup ha ricevuto nel novembre 2020 il premio internazionale “Le fonti Awards” per aver innovato più di chiunque altro nel settore.

Tra le cose che GallasGroup è in grado di assicurare alle famiglie:

  • Organizzazione di colloqui con assistenti familiari precedentemente valutate adatte alle esigenze della famiglia e dell’assistito;
  • Inserimento graduale in famiglia della badante per valutare la compatibilità con l’assistito;
  • Possibilità di modificare il contratto con la badante rispetto al monte ore per rispondere ad esigenze nate dopo la firma del contratto;
  • Controllo costante dell’operato delle badanti;
  • Sostituzione della badante in caso di ferie, malattia o infortunio con un’assistente di pari competenze
Condividi
FacebookLinkedIn