i livelli colf e badanti del nuovo ccnl: colf che sorride

Il nuovo CCNL del lavoro domestico: ecco i livelli d’inquadramento per colf e badanti

L’8 settembre 2020 è stato siglato il nuovo CCNL lavoro domestico, contratto entrato in vigore il 1° ottobre 2020 e valido fino al 21 dicembre 2022. Scopriamo quali sono le novità introdotte e i livelli d’inquadramento colf e badanti previsti considerando che ad ognuno di questi corrisponde una diversa retribuzione e diversi orari di lavoro.

Il CCNL dei lavoratori domestici: cos’è e a chi si applica

Il CCNL dei lavoratori domestici è la forma di contratto convenzionale prevista per l’assunzione di collaboratori domestici.

Il Contratto Collettivo del Lavoro domestico è stato stipulato tra le associazioni datoriali FIDALDO e DOMINA, insieme a Filcams-CGIL (Federazione italiana lavoratori commercio, turismo e servizi), Fisascat-CISL (Federazione italiana sindacati addetti ai servizi commerciali affini e del turismo), UilTucs (Unione italiana lavoratori turismo commercio e servizi) e Federcolf (Federazione sindacale dei lavoratori a servizio dell’uomo).

Il testo è entrato in vigore il 1° ottobre 2020 e ha sostituito il contratto precedente che, in seguito alla scadenza avvenuta nel 2016, non era ancora stato rinnovato. Il nuovo Contratto Collettivo colf e badanti sarà valido fino al 21 dicembre 2022 e ha lo scopo di disciplinare il rapporto di lavoro domestico su tutto il territorio nazionale.

Il Contratto Collettivo Nazionale di lavoro, costituito da 50 articoli con relativi chiarimenti a verbale e dalle tabelle retributive, si applica agli assistenti familiari: colf, badanti, baby-sitter e altri profili professionali di cui al presente CCNL, anche di nazionalità non italiana o apolidi.

CCNL colf e badanti: alcune novità

Il CCNL colf e badanti del 2020, seppur mantenendo la suddivisione dei lavoratori domestici in otto livelli d’inquadramento come accadeva nel precedente contratto, introduce diverse novità e aggiorna le tabelle dei minimi retributivi.

Il nuovo testo introduce la denominazione di “assistenti familiari” superando la precedente distinzione tra colf, badanti e baby-sitter e semplificando l’inquadramento di queste ultime figure assistenziali in un unico livello, il BS.

Nel nuovo CCNL collaboratori domestici compare inoltre la nuova figura dell’educatore formato, una figura inquadrata nel livello DS e che si occupa dell’assistenza di persone affette da disabilità psichica, disturbi relazionali o dell’apprendimento.

Inquadramento e livelli colf e badanti: le nozioni di base

L’art. 9 del CCNL colf e badanti, che disciplina il settore del lavoro domestico, prevede l’inserimento dei collaboratori in 8 livelli d’inquadramento che l’art.10 distingue in livelli A, B, C, D e rispettivi livelli superiori AS, BS, CS e DS. Per semplificare, possiamo dire che gli assistenti familiari sono inquadrati in 4 livelli, a ciascuno dei quali corrispondono due diversi parametri retributivi, il secondo dei quali di natura superiore e definito pertanto “super” (S).

In termini generali, si tenga presente che i lavoratori domestici che svolgono prevalentemente mansioni orientate alla cura e alla gestione della casa rientrano nei primi 4 livelli A, B, C e D, mentre le badanti e il personale che si dedica all’assistenza delle persone deve essere inquadrato al livello Super.

L’inquadramento colf, badanti, baby-sitter e lavoratori domestici in uno specifico livello dipende dalle mansioni, dal titolo di studio conseguito e dall’esperienza posseduta dall’assistente familiare. Naturalmente, per inquadrare un lavoratore che svolge molteplici mansioni, è necessario considerare quelle prevalenti.

baby-sitter compresa nel Ccnl lavoratori domestici

Livelli d’inquadramento previsti dal CCNL per l’assistente familiare

Ecco di seguito i livelli di inquadramento previsti dal Contratto del lavoro domestico:

Categoria di inquadramento A e A Super

Livello A

Si applica ad assistenti familiari generici che non si dedicano all’assistenza alle persone e svolgono un’unica delle mansioni qui sottoelencate. I lavoratori domestici che rientrano in questo livello svolgono le proprie mansioni a puro livello esecutivo e sotto il diretto controllo del datore di lavoro.

Profili e mansioni:
– Addetto alle pulizie della casa;
– Addetto alla lavanderia;
– Aiuto di cucina;
– Stalliere. Svolge mansioni di normale pulizia della stalla e di cura generica del/dei cavallo/i;
– Assistente ad animali domestici;
– Addetto annaffiatura e pulizia delle aree verdi;
– Operaio comune. Svolge mansioni manuali di fatica, sia piccoli interventi di manutenzione sia per le grandi pulizie.

Livello A Super

Anche in questo caso, la mansione svolta dev’essere esclusiva.

Profili e mansioni:
– Addetto alla compagnia di persone adulte autosufficienti*, senza effettuazione di alcun’altra prestazione di lavoro.

Categoria di inquadramento B e B Super

Livello B

Si applica ad assistenti familiari, colf, badanti e baby-sitter che, in possesso di specifiche competenze, svolgono più mansioni ma pur sempre a mero livello esecutivo. Questo livello del contratto nazionale badanti e colf valorizza quindi l’esperienza del lavoratore rispetto al livello A.

Profili e mansioni:
– Collaboratore familiare generico polifunzionale che svolge quindi plurime incombenze relative al normale andamento della vita familiare: mansioni di pulizia e riassetto della casa, addotto alla cucina, addetto alla lavanderia, assistente ad animali domestici…;
– Custode di abitazione privata. Svolge mansioni di vigilanza dell’abitazione del datore di lavoro e relative pertinenze, nonché, se fornito di alloggio nella proprietà, di custodia;
– Addetto alla stireria;
– Cameriere. Svolge servizio di tavola e di camera;
– Giardiniere. Svolge mansioni di cura delle aree verdi e connessi interventi di manutenzione;
– Operaio qualificato. Svolge mansioni manuali nell’ambito di interventi, anche complessi, di manutenzione;
– Autista. Svolge mansioni di conduzione di automezzi adibiti al trasporto di persone ed effetti familiari, effettuando anche la relativa ordinaria manutenzione e pulizia;
– Addetto al riassetto camere e servizio prima colazione anche per gli ospiti del datore.

Livello B Super

Profili e mansioni:
– Assistente di persone autosufficienti* comprese attività, se richieste, di preparazione del vitto e pulizia della casa degli assistiti;
– Assistente di bambini (baby-sitter) comprese attività, se richieste, di preparazione del vitto e pulizia della casa degli assistiti.

Categoria di inquadramento C e C Super

Livello C

Si applica ad assistenti familiari che, in possesso di specifiche conoscenze di base, sia teoriche che tecniche, relative allo svolgimento dei compiti assegnati, operano in totale autonomia e con piena responsabilità.

Profili e mansioni:
– Cuoco. Svolge mansioni di addetto alla preparazione dei pasti ed ai connessi compiti di cucina, nonché di approvvigionamento delle materie prime.

Livello C Super

Si tratta del tipico livello badante applicato all’assistenza familiare di una persona anziana non autosufficiente.

Profili e mansioni:
-Assistente di persone non autosufficienti* privo di diploma inerente, comprese attività di preparazione del vitto e pulizia della casa degli assistiti.

Categoria di inquadramento D e D Super

Livello D

È il livello più alto del CCNL lavoratori domestici e si applica ad assistenti familiari e colf che, in possesso dei necessari requisiti professionali**, ricoprono specifiche posizioni di lavoro caratterizzate da responsabilità, autonomia decisionale e/o coordinamento.

Profili e mansioni:
– Amministratore dei beni e del patrimonio di famiglia;
– Maggiordomo. Svolge mansioni di gestione e di coordinamento relative a tutte le esigenze connesse ai servizi rivolti alla vita familiare;
– Governante. Svolge mansioni di coordinamento attività di cameriera di camera, di stireria, di lavanderia, di guardaroba e simili;
– Capo cuoco. Svolge mansioni di gestione e di coordinamento relative a tutte le esigenze connesse alla preparazione dei cibi ed, in generale, ai compiti della cucina e della dispensa;
– Capo giardiniere: mansioni di gestione e coordinamento attività di cura aree verdi e manutenzione;
– Istitutore: mansioni di istruzione/educazione dei componenti del nucleo familiare.

Livello D Super

Si tratta del livello contrattuale più alto applicabile agli assistenti familiari di persone non autosufficienti*

Profili e mansioni:
– Assistente (formato)** di persone non autosufficienti* comprese attività di preparazione del vitto e pulizia della casa degli assistiti;
– Direttore di casa: mansioni di coordinamento e gestione relative a tutte le esigenze connesse all’andamento di casa;
– Assistente familiare educatore formato** per progetti di inserimento nei rapporti sociali di persone con disabilità psichica o con disturbi dell’apprendimento o relazionali.


* Con persona autosufficiente si indica un soggetto in grado di compiere le più importanti attività relative alla cura della propria persona e della vita di relazione. Rientrano invece tra le persone non autosufficienti quei soggetti incapaci di svolgere almeno una delle seguenti attività: “assunzione di alimenti, espletamento delle funzioni fisiologiche e dell’igiene personale, deambulazione, indossare indumenti e comunque, le persone che necessitano di sorveglianza continua” (circolare del 3 gennaio 2005, n. 2 dell’Agenzia delle Entrate).

** la formazione del personale per l’assistenza a persona non autosufficiente si intende conseguita quando il lavoratore sia in possesso di diploma nello specifico campo oggetto della mansione, conseguito in Italia o all’esterno (purché equipollente), anche con corsi di formazione aventi la durata minima prevista dalla legislazione regionale e comunque non inferiore a 500 ore.

livelli colf inquadramento nel ccnl di una donna addetta alla stiratura

Livelli colf e badanti: quale livello d’inquadramento?

Analizzati uno per uno i livelli proposti dal Contratto Collettivo Nazionale del lavoro domestico, consideriamo nello specifico le figure di colf e badanti. Le colf possono rientrare in due diversi livelli, ovvero il B e il C, mentre badanti e assistenti alle persone autosufficienti e non possono essere inquadrate nei rispettivi livelli superiori BS, CS e nel livello DS. Rientrano invece nel livello A le colf con esperienza inferiore ai 12 mesi sempre nel caso in cui il collaboratore domestico svolga tuttavia un’unica ed esclusiva mansione.

Livelli colf

Dunque, per semplificare i livelli colf, possiamo considerare di inquadrare il collaboratore domestico nel livello:
A: per colf con esperienza inferiore ai 12 mesi e con mansioni esclusive;
B: per colf con “necessaria esperienza” e “specifica competenza” che svolgono mansioni meramente esecutive;
C: per colf con “necessaria esperienza”, “specifica competenza” e con totale autonomia e responsabilità nell’espletamento delle proprie mansioni

Livelli badanti

I livelli badanti rientrano, svolgendo questi collaboratori domestici mansioni associate alla cura della persona – autosufficiente o non -, nei livelli definiti “super”.  Il livello badante possibile sarà quindi:
AS: per badanti addette alla compagnia che non prestano alcuna prestazione di lavoro;
BS: per badanti che assistono una persona autosufficiente;
CS: per badanti non formate che assistono una persona non autosufficiente;
DS: per badanti formate con uno specifico diploma o con il completamento di un percorso formativo di minimo 500 ore che assistono una persona non autosufficiente.

Livelli baby-sitter

Il Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro domestico comprende tra gli assistenti familiari, come abbiamo visto, anche la figura della baby-sitter. Il livello generalmente adatto per inquadrare la baby-sitter è:
– AS: per la baby-sitter che svolge mansioni occasionali e/o saltuarie di vigilanza di bambini in occasione di assenze dei familiari senza mansioni associate alla cura
– Il livello potrebbe essere diverso nel caso in cui la baby-sitter svolga mansioni plurime

Alla ricerca di una badante, colf o di una baby-sitter?

Se sei alla ricerca di un’assistente familiare, badante, colf o baby-sitter, contatta GallasGroup, l’Agenzia Specializzata nella ricerca e selezione del personale domestico vincitrice de Le Fonti Award 2020, premio che viene dato ogni anno ad Aziende di eccellenza che si sono messe in evidenza per la crescita elevata e lo sviluppo sostenibile.

Lo staff di GallasGroup, sempre disponibile e pronto a supportarti 7 giorni su 7, 365 giorni l’anno, ha già aiutato più di 50.000 famiglie a trovare l’assistente familiare più adatto, gestendo direttamente tutta la contrattualistica, come previsto per legge. Cerca il centro più vicino a te in questa pagina per scoprire di più.

Condividi
FacebookLinkedIn